Talk Show - Talk Show

Talk Show di Giorgio Meletti

RSS Feed

La camorra uccide e il politico parla come viene

La vicenda delle false tessere e delle infiltrazioni camorristiche nel Pd della Campania sta assumendo contorni a dir poco drammatici. E' per questo significativo notare con che disinvoltura i responsabili politici del Partito democratico abbiano affrontato la questione, dando fiato alla bocca secondo la convenienza del giorno e forse secondo l'umore.

L’11 luglio 2009 – tre mesi fa – Enrico Morando, parlamentare mandato da Walter Veltroni a commissariare il Pd di Napoli, rispondendo alle polemiche sui tesseramenti gonfiati in Campania, dichiarò all’Ansa:
''Il tesseramento e' assolutamente reale, l'iscrizione sta avvenendo secondo regole certe e precise: sono persone fisiche, identificate una ad una con tutti i loro dati, compleanni, indirizzi e di conseguenza facilmente identificabili''.

Il 20 ottobre 2009 lo stesso Morando, ha così risposto a un’intervista del Corriere della Sera:

“Noi abbiamo fatto molto, ma dobbiamo fare di più, perché evidentemente non è bastato. Presto azzereremo il tesseramento anche a Castellammare. Servono misure straordinarie di trasparenza”.
Quali misure?
“Mi chiedo se non sia necessario intervenire su tutta la provincia, chiedendo a tutti gli iscritti il rinnovo della tessera, con il meccanismo del silenzio-dissenso”.
In alcuni comuni ci sono più iscritti che elettori.
“Dove gli iscritti superano il 25 per cento degli elettori, che è la media che abbiamo stimato, siamo intervenuti per ridurre il tesseramento a dimensioni accettabili”.